Mister La Manna: “Importante vincere, si sente un po’ di tensione, vogliamo chiuderla”. Il presidente annuncia: “La festa la faremo in ogni caso all’ultima giornata”

Massimo sforzo, minimo risultato. Il Casoria supera il Cimitile con un solo gol di scarto, ma è incredibile come la gara sia stata in bilico fino al minuto 94. La formazione di casa ha letteralmente dominata, sbagliando gol semplici per imprecisione e qualche buona parata del portiere avversario. In ogni caso al termine del match scatta la festa, adesso i ragazzi di La Manna sono a meno 6 dalla matematica e considerando che la prossima sarà con il San Nicola, mancano 3 punti per gridare Eccellenza. Per il Cimitile una prova dignitosa, tanta buona volontà per una formazione che deve salvarsi, anche se in fase offensiva è stata inesistente, appoggiandosi sui lampi di Marotta che ha cercato di fare gioco ma non era supportato dai compagni. Dopo una prima fase di gioco, la gara si sblocca al 13′. Punizione pennellata di Eligibile e colpo di testa preciso di Simonetti che si insacca. Dopo 4 minuti discesa di Larucci ma Castiello spara alto dal dischetto. Al 28′ scambio Castiello-Simonetti, il numero 7 si presenta da solo ma calcia addosso al portiere.  Al 30′ gran tiro di Gioielli parata e di nuovo il numero 10 sfiora la rete con una conclusione da fuori. Il Casoria domina ma non concretizza e chi si aspettava una goleada nella ripresa rimane deluso. Al 55′ Gioielli conclude a lato da dentro l’area e al 63′ il tiro di Castiello viene respinto dal portiere. Entra Nucci e il bomber sciupa calcia alle stelle da buona posizione. Girandola di cambi e all’80’ Nucci colpisce il palo esterno su assist di Castiello. Le squadre sono stanche e dopo 4 di recupero può partire la festa. Contento mister La Manna (Casoria): “Abbiamo dominato, sono un po’ arrabbiato perchè dovevamo chiuderla prima, certo il campo ci ha penalizzato ma bisogna essere più cattivi, anche se a parziale giustifica dei ragazzi si sente un po’ di pressione. Considerando il successo scontato con il San Nicola mancano 3 punti, speriamo di chiuderla quanto prima”. Entusiasta anche il direttore Carlo Cristarelli (Casoria): “Siamo un po’ stanchi sia mentalmente che fisicamente, la stagione è stata lunga. E’ difficile mantenere la concentrazione, sentiamo il traguardo vicino. Speriamo di chiuderla quanto prima, oggi era importante vincere e ci godiamo questo successo, la data del 5 aprile può essere un giorno importante, peccato perchè sarà in settimana per il turno infrasettimanale per la rappresentativa”. Il presidente Palmentieri (Casoria) fa un annuncio: “Siamo contenti, ci avviciniamo al traguardo, mancano 6 punti, occorre ancora un piccolo sforzo. Anche se la chiuderemo prima, non ci sarà nessuna festa. La faremo l’ultima giornata in casa”. Il centrocampista Marotta (Cimitile) pensa al prossimo turno: “Abbiamo disputato la nostra partita, i valori in campo era differenti e sapevamo che non era questa la partita dove fare punti, eravamo rimaneggiati ma ci abbiamo provato. La prossima con il Ponte è fondamentale, vogliamo la salvezza e ci crediamo”.

CASORIA-CIMITILE 1-0

CASORIA: Loffredo, Larucci, Russiello, Eligibile, Capogrosso, Amoroso, Simonetti, Folliero, Castiello (90′ Capogrosso), Gioielli (65′ Nucci), Postiglione (78’Esposito). A disp. Anastasio, De Luca, Portanova, Vincenzi. All. La Manna

 CIMITILE: Napolitano, Amato (81′ Santella), D’Onofrio, Addeo, Allocca (78′ De Simone), Liparuli, D’Andrea, Marotta, D’Amore, Vitale (73′ Bosso), La Manna. A disp. Parolisi, Bencivenga. All. Porpa

RETE: 13′ Simonetti