L’attaccante classe 97 realizza al 15′ del primo tempo il gol che riprende la Virtus Avellino 

E’ un fuoriquota a regalare alla Battipagliese la qualificazione agli Ottavi di Coppa Italia. Grazie alla sua rete in terra Irpinia i bianconeri evitano la sconfitta. Stiamo parlando di Michele Longo, attaccante classe 97 arrivato alla Battipagliese dal settore giovanile dell’Aversa Normanna. In questo avvio di stagione il giovane centravanti ha trovato poco spazio e tranne qualche occasione in Coppa Italia non ha avuto grandi opportunità per mettersi in evidenza. La sua squadra attraversa un periodo difficile in campionato ma stasera la qualificazione agli Ottavi ha riportato un po’ di serenità.

“E’ stato un bel pareggio – inizia Longo – conoscono tutti il nostro momento ma se saremo uniti potremmo uscire da questa situazione”.

Sei soddisfatto della tua prestazione e di quella della squadra?

“Nella prima mezz’ora buona circolazione di palla, poi non abbiamo fatto tanto bene perdendo il pallone. Potevamo fare il 2-1 con Cibele sulla mia punizione però è uscita di poco a lato. Nel secondo tempo siamo calati molto fisicamente”.

Raccontaci un po’ il tuo gol che è valso questa qualificazione e la possibile rimonta degli avellinesi.

“Ho ricevuto palla tra le due linee, il terzino si è portato i due uomini mi sono accentrato e calciato. Il portiere non so se poteva fare meglio ma mi è andata bene, infine ho preso anche un palo”.

Arrivi dal settore giovanile dell’Aversa Normanna, società con la quale hai sfiorato la vittoria del campionato Beretti.

“Sono venuto a Battipaglia per rilanciarmi dopo una stagione negativa all’Aversa Normanna. Spero di fare il salto di qualità con questa maglia”.

Prossimo impegno in trasferta con la Palmese, c’è voglia di riscatto da ambo le parti.

“E’ una bella squadra che con il nuovo allenatore sta giocando bene, affronteremo la gara nel migliore dei modi”.

Che ambiente hai trovato a Battipaglia, dove c’è una tifoseria che segue costantemente la squadra.

“Sono esigenti ma hanno ragione a lamentarsi dopo la partita. Io posso promettere a loro massimo impegno, ci tengo poi a ringraziare il direttore che mi ha portato qui a Battipaglia”.