Proteste ad Afragola dove è stato negato un rigore netto (fallo di mano) alla compagine di Borrelli. A Maddaloni polemiche della compagine ospite per il rigore concesso a De Falco. Episodi dubbi anche a Pozzuoli durante il match con il Mondragone, rigore generoso al Casoria al Paudice contro il San Giorgio

Giornata ricca di episodi quella della nona giornata di Eccellenza Campania Girone A, con numerose sviste arbitrali che hanno fatto arrabbiare e non poco i dirigenti delle squadre, condizionando risultati soprattutto nella parte alta della classifica.

PUTEOLANA 1902 – MONDRAGONE:  il sig. Angelillo di Nola ha il suo ben da fare nel match del “Conte”, terminato 2-1 a favore dei diavoli. I due rigori, assegnati al 48′ ed al 92′, ci portano a diverse riflessioni. Sul primo, Carotenuto accentua la caduta ma il contatto sembra esserci seppur minimo, sul secondo qualche istante prima c’è un fallo netto di Conte in area prima che poi Carotenuto venga steso. Primo rigore dunque che si può dare, tra i dubbi, secondo che invece nemmeno doveva esistere visto il fallo netto precedentemente non fischiato al Mondragone.  Se da una parte il Mondragone lamenta per il rigore concesso alla Puteolana, anche i diavoli posso alzare la voce contro l’arbitro per il rigore negato a Napolitano steso clamorosamente all’ingresso dell’area di rigore, l’arbitro fa procedere: eravamo sull’1-1. Altro episodio dubbio si è verificato su Pastore viene anticipato con le maniere cattive da Iaccarino in uscita, l’arbitro fa bene a non dare rigore;

AFRAGOLESE – BARANO: manca un rigore  all’Afragolese. L’arbitro Pragliola di Avellino non vede un evidente colpo di mani in piena area di rigore su conclusione ravvicinata di Del Sorbo, che andava dritta in porta. Sarebbe forse valsa la vittoria!

FORIO – SAVOIA: Due errori tutti a danno del Savoia per l’arbitro Raffaele Gallo di Castellammare di Stabia. Inesistente l’offside segnalato a Caso Naturale che, dopo appena 15′ di gioco, aveva portato avanti i biancoscudati con un incornata. Il numero 11 del Savoia parte abbondantemente dietro. Protesta anche per un rigore non concesso a Di Paola al 22′: purtroppo non possiamo fornirvi immagini a sostegno, ma da diverse cronache locali il rigore c’era.

SAN GIORGIO – CASORIA: Altra gara finita sotto i riflettori per due rigori concessi al Casoria. Il sig. Davide Fera di Gallarate, al 18′, compie la prima frittata. Il San Giorgio con affanno spedisce la palla in  calcio d’angolo, l’arbitro invece segnala rigore credendo ad un contrasto in area tra Peluzzi e Simonetti, con quest’ultimo atterrato. Rigore inesistente, sarebbe stato angolo per i viola. Al 26′, invece, è giusta la decisione: Pollice atterra in corsa Cafaro, c’è la massima punizione. Al 33′ episodio curioso con l’arbitro ed i suoi collaboratori che, dopo un diverbio tra giocatori delle due squadre, decidono di rientrare negli spogliatoi salvo poi fare rientro in campo dopo 6′ di gioco.

MADDALONESE – MARIGLIANESE: Altra svista arbitrale, questa volta opera del Sig. Cesarano di Nocera Inferiore. Siamo a dieci minuti dal termine della gara, Falco casca in area su marcatura di Terracciano, l’arbitro concede un penalty inspiegabile che lo stesso Falco realizza.

FRATTESE – GIUGLIANO, MONTE DI PROCIDA – VOLLA e SESSANA – PIMONTE: poco o nulla da segnalare, nette le vittorie di Frattese (4-1), Volla (1-3) e Sessana (5-0)

Immagini: Sport Event, Lo Sport in Campania, Maddalonese 1919.