Pareggio ad occhiali al termine di una gara molto nervosa

Allo stadio “Giarrusso” di Quarto la sfida tra i padroni di casa del Quartograd e il Ponticelli termina in parità con punteggio ad occhiali, al termine di una gara molto nervosa (12 ammoniti), si è combattuto su ogni pallone con interventi ai limiti del regolamento, infatti, ne fanno le spese il giovanissimo Vitiello al 18’ (sospetta frattura) e al 37’ Romano, entrambi costretti ad uscire dal campo anzitempo, il risultato per quello che si è visto in campo è un punteggio giusto, strappato con gran carattere dai giovanissimi ospiti scesi in campo in formazione molto rimaneggiata tra infortuni e squalifiche presentava in distinta 9 under piu’ 3 classe 97.

Passando alla cronaca la prima occasione è per gli ospiti con Tufo al 5’ la cui punizione fa gridare alla rete, ma è soltanto un effetto ottico, infatti, la sfera accarezza l’esterno della rete, al 18’ gravissimo infortunio a Vitiello che è costretto ad uscire dopo un duro scontro di gioco, i napoletani sconvolti dall’episodio e costretti a rimodellare la squadra per la regola degli under, lasciano campo ai locali, che al 27’ colpiscono un palo clamoroso con Monda a tu per tu con il portiere, sulla respinta Romano tenta il tiro a giro ma la sfera termina a lato, al 34’ Shassah batte una punizione che è bloccata dal giovane Guadagnuolo, nella restante parte del tempo c’è da segnalare solo l’infortunio a Romano al 37’, che dopo scontro con Guadagnuolo è costretto ad uscire.

Nella seconda frazione nonostante la girandola di sostituzioni la gara stenta a decollare, lo spettacolo latita viceversa sale l’agonismo e fioccano i cartellini gialli, l’unica emozione anzi doppia emozione si materializza nello stesso minuto con due clamorose occasioni, al 71’ miracolo di Compagnone che para a mano aperta un colpo di testa di Colesanti da distanza ravvicinata, un vero miracolo con deviazione in corner, sui cui sviluppi rapida ripartenza dei locali che con Pisano colpiscono un’incredibile palo a porta vuota dopo uscita sbagliata di Guadagnuolo.

L’incontro termina dunque 0 a 0, pareggio giusto che smuove la classifica di entrambe le compagini, ed è anche una grossa iniezione di fiducia per i napoletani che in piena emergenza guadagnano un punto importante su un campo difficile.  

Quartograd:

Compagnone, Spadera (73’ Savarese), Fruttaldo (55’ D’ Ascia), Vallefuoco (46’ Sorriso), Saady, De Vivo, Pisano, Shassah, Monda, Torino (80’ Mangiapia), Romano (37’ Parisi)

A disposizione: Gaeta, Mangiapia, Sorriso, Savarese, Di Criscio, Parisi, D’ Ascia

Allenatore: Iaccarino

Ponticelli:

Cacace (18’ Guadagnuolo), Amato, Incarnato, Mignogna, Guida, Tufo, Pulcrano, Cinque, Colesanti, De Gennaro (68’ Rea), Vitiello (18’ D’ Ambrosio Al.)

A disposizione: Guadagnuolo, De Stefano, Keita, Rea, D’ Ambrosio Al., Appierto, Grimaldi

Allenatore: Esposito

Arbitro: Pepe (Nocera Inferiore)

Assistenti: Verlezza (Caserta) e Caputo (Benevento)

Ammoniti: Compagnone, Spadera, Fruttaldo, De Vivo e Monda (Q) Amato, Incarnato, Mignogna, Guida, Guadagnuolo, Rea e D’ Ambrosio Al. (P)

Espulsi: nessuno