Nola sconfitta di misura. Sorrento da sballo contro il Costa di Amalfi. Il Castel San Giorgio serve il poker al San Vito Positano

Si è fermato l’Agropoli. La capolista non riesce a battere il Picciola e il campionato si riapre improvvisamente. Quella che due settimane fa sembrava una passerella per gli uomini di De Cesare si è trasformata in una corrida, le pretendenti si sono avvicinate e tutto è in discussione, con il pari contro un grande Picciola che ha rimesso tutto in gioco. Sale il Valdiano. I salernitani piegano il Nola con una rete di Trimarco e si avvicinano alla vetta, mentre lo stop fa male agli uomini di Liquidato che perdono contatto dalle zone alte. Un solo punto in due gare è un bottino magro per una squadra che punta a risalire la china. Sale sempre più il Sorrento. Guarro show e gli uomini di Guarracino piegano il Costa di Amalfi facendo sentire il fiato sul collo alle battistrada, mentre per gli ospiti un ko che ci sta su un campo blasonato. Miracolo Battipagliese. Le zebrette scacciano ogni paura e con Saurino fanno l’impresa sul campo del Faiano. Il derby consegna un Faiano con le ossa rotte e in crisi, mentre Santosuosso lascia l’ultimo posto in classifica. Un super Castel San Giorgio dà una severa lezione al San Vito Positano. Crisi aperta per gli uomini di Apuzzo che piombano in zona play out, mentre il Castel San Giorgio sogna ad occhi aperti.