Intervista al tecnico degli azzurri dopo il pari per 2-2 con la Gelbison maturato ieri nelle ultimissime battute del match: “Abbiamo dominato su tutti i punti di vista”

 

Difficile dare un aggettivo al pari di ieri tra Ebolitana e Gelbison. Incredibile? Rocambolesco? Forse inaspettato è il termina più adatto. Sì, inaspettato, ma in Serie D bisogna avere sempre la guardia alta come ha detto ai nostri microfoni mister Alfonso Pepe, allenatore dell’Ebolitana.

Mister, 2-0 al 92’ ma non si riesce a portare i tre punti a casa.

In vent’anni di calcio non ho mai visto una cosa del genere. Una squadra che domina in lungo e in largo su tutti i punti di vista, tattico, fisico, tecnico: la mia squadra ha fatto davvero una grandissima partita per novantuno minuti dove loro non riuscivano a superare il centrocampo. Abbiamo avuto otto-nove palle gol mentre loro non hanno fatto un tiro in porta”. Come se ancora non credesse com’è stato possibile, ci descrive i due gol subiti: “Loro hanno messo una palla lunga d’inerzia, un mio difensore nell’area piccola ha rinviato, ha preso alle spalle un altro mio difensore e hanno segnano. Non abbiamo gestito bene la palla alla ripresa del gioco, ancora un lancio lungo, un fallo fuori all’area e dalla punizione il pareggio. Questa è stata la loro gara, cosa da non dormire la notte…

Il calcio è episodico, si sa. Ma c’è stato un errore da parte vostra o è stato un episodio?

Ci sta girando tutto male, abbiamo avuto varie occasioni per fare il 3-0. Non posso imputare nulla alla mia squadra. Non è stata bravura della Gelbison portarsi il pari a casa. Loro hanno fatto solo due tiri da trenta metri sopra la traversa. Non possiamo addossare neanche colpe individuali, abbiamo fatto una grandissima partita e i calciatori sono tutti da 7-7.5”.

Per due anni ha allenato a Vallo della Lucania e ieri ha rivisto vecchie conoscenze e i suoi ex tifosi. Cosa hanno detto?

Erano mortificati per come ha pareggiato la Gelbison. Loro hanno giocato di rimessa. Forse hanno sofferto il campo pesante perché giocano sul sintetico. Ai miei ho detto che questa è la Serie D e che bisogna stare concentrati fino al 96’“.