Motivi familiari inducono il tecnico campano a lasciare il club calabrese. Squadra momentaneamente al vice Troise

Come se non bastassero le diatribe estive e il ritardo rispetto alle zone alte della classifica, c’è un’altra grana in casa Vibonese: le dimissioni le tecnico Campilongo. Ecco di seguito il comunicato stampa della società calabrese.

“Nel giorno del suo commiato, Salvatore Campilongo ha inteso “ringraziare la società, innanzitutto nelle persone di Pippo Caffo e Danilo Beccaria. Due persone speciali che mi hanno sempre mostrato fiducia, rispetto e amicizia in ogni circostanza. Per me oggi è un giorno triste, perché lasciare questo club e questo ambiente non è facile, ma sento l’esigenza di avvicinarmi a casa. Ho bisogno di stare vicino alla mia famiglia e quindi lascio la Vibonese con la morte nel cuore, perché qui sono stato veramente bene”.

Sasà Campilongo rivolge un pensiero “allo staff tecnico, a tutti i collaboratori della Vibonese, ai tifosi ed anche alla città di Vibo, nonché alla stampa, per la vicinanza mostrata in ogni frangente, anche nel corso del tentativo sfortunato di mantenere la Serie C e durante la battaglia legale intrapresa dal club per ottenere quel professionismo riconosciuto da una sentenza della Corte d’Appello federale. Nei miei confronti, da parte di tutti, ho sempre notato rispetto per la mia figura e per la mia persona e questo non potrò mai dimenticarlo. Credo siano state apprezzate la mia persona e la mia professionalità e sono contento, sotto quest’ultimo punto di vista, di aver portato qualcosa di utile per la Vibonese e per il suo futuro, visto che ritengo di aver fatto crescere il sodalizio rossoblù anche dal punto di vista organizzativo. Veramente un grazie di cuore a tutti”.

Ed infine: “Avrei voluto ripagare tutti con i risultati, ma quanto accaduto nel corso dell’estate ha destabilizzato il nostro cammino. Auguro alla squadra di ottenere i risultati che meritano Vibo e la Vibonese. Per me è una scelta difficile lasciare adesso, ma devo essere coerente con me stesso”.

La dirigenza rossoblù, nel prendere atto a malincuore della scelta del tecnico, lo ringrazia per quanto fatto alla guida della Vibonese e gli augura le migliori fortune personali e professionali. “Ci avrebbe fatto piacere continuare con lui – queste le parole del presidente Pippo Caffo – ma il tecnico è stato irremovibile nella propria decisione e noi ovviamente rispettiamo la sua scelta”.

Gli allenamenti della prima squadra si svolgeranno momentaneamente sotto la guida dell’allenatore in seconda Francesco Troise (con la collaborazione del preparatore atletico Consiglio e di quello dei portieri Periti), in attesa di individuare il nuovo allenatore.