Netto successo corsaro per 4 a 0 dell’ Afro Napoli 

Al “Kennedy” netto successo della capolista Afro Napoli United che s’impone con un perentorio 4 a 0 ai danni della Neapolis, dando prova di forza e qualità tecnica superiore alla norma. I ragazzi di mister De Carlo hanno lottato su ogni pallone ma hanno dovuto cedere alla bravura e forza dell’avversario. Passando alla cronaca al 3’ ci prova dalla distanza De Oliveira, detto Babù, la sfera esce di poco a lato. Al 10’ la sfida si sblocca con il vantaggio dello United con Velotti che approfitta di una corta respinta di Esposito, dopo aver salvato la porta da un tiro dalla distanza di Rinaldi, scaraventando la palla in fondo al sacco.  Al 17’ ancora bianco verdi pericolosi sugli sviluppi di una punizione di Rinaldi con la conclusione che si perde di poco alto sulla traversa. Al 24’ Dos Santos, in arte Dodò, si traveste in assist man regalando a Suleman la possibilità di scrivere il proprio nome nel tabellino dei marcatori del match. Sfida messa al sicuro sullo 0-2. Al 27’ è la volta di Suleman a servire De Oliveira il cui tiro va lontano dallo specchio della porta. Solo al 35’ si vedono i locali pericolosi: dagli sviluppi di un corner Ferraro si accentra e tira con D’Errico bravo a distendersi e parare la conclusione dell’attaccante grigio-oro. Al 39’ il tris: Dos Santos smarca sull’out di destra De Oliveira che si accentra e con un tiro a giro insacca all’incrocio dei pali. Nella ripresa partono bene i grigio-oro che cercano di dare un senso alla sfida. Al 51’ punizione velenosa di Ferraro con D’Errico attento a respingere. Sul capovolgimento di fronte Dos Santos si trova a tu per tu con Esposito. L’attaccante bianco verde prova un delizioso colpo sotto, Esposito si fa trovare attento deviando la sfera in calcio d’angolo. Al 60’ Gentile serve Dos Santos che con freddezza e precisione insacca il poker. Al 64’ locali vicini al gol della bandiera. Punizione di Majella sul secondo palo dove è appostato Fiore che di testa sfiora la rete. Neapolis ancora vicino al gol. Al 76’ gran tiro da fuori area di Scuotto, D’Errico si supera deviando in corner. Al 78’ il neo entrato Maradona su punizione sfiora il palo alla destra di Esposito oramai battuto. Nei minuti di recupero brutto intervento senza senso sullo 0-4 di Iodice che abbatte Fiore con un fallo duro e senza nessun senso logico. Gli animi si surriscaldano. Ne fanno le spese Romano della Neapolis che va fuori per proteste e lo stesso Iodice reo per aver falciato l’avversario.

NEAPOLIS CS:

Esposito, Guerra, Fiore, Cinquegrana (80’ Mercogliano), Cerqua, Romano, Scuotto, Moriello, Murolo (32’ Catena), Ferraro (61’ Di Tuoro), Majella (79’ Cozzolino).

A disposizione: Giuliani, Tipaldi.

Allenatore: De Carlo.

AFRO NAPOLI UNITED:

D’Errico, Gargiulo, Gentile (77’ Iodice), Rinaldi, Velotti, De Fenza, Dos Santos (83’ Jatta), Marigliano (73’ Balzano), Arcobelli, De Oliveira (62’ Redjehimi), Suleman (69’ Maradona).

A disposizione: Tonno, Iodice, Iervolino, Balzano, Maradona, Jatta, Redjehimi.

Allenatore: Ambrosino.

ARBITRO: Coppola (Castellammare di Stabia).

ASSISTENTI: Caliendo (Nola) e Mignogna (Castellammare di Stabia).

RETI: 10’ Velotti, 24’ Suleman, 39’ De Oliveira e 60’ Dos Santos

Spettatori: 100 circa;

Angoli: 2-2;

Espulsi: al 93’ per gioco violento Iodice (A) e per proteste Romano (N);

Ammoniti: Ferraro e Catena (N), Gentile, Rinaldi e De Oliveira (A).